Termini e condizioni – versione neutrale

Indice:

Articolo 1 – Definizioni

Articolo 2 – Identità dell’imprenditore

Articolo 3 – Applicabilità

Articolo 4 – L’offerta

Articolo 5 – L’accordo

Articolo 6 – Diritto di recesso

Articolo 7 – Obblighi del consumatore durante il periodo di valutazione

Articolo 8 – Esercizio del diritto di recesso da parte del consumatore e relativi costi

Articolo 9 – Obblighi dell’imprenditore al momento della revoca

Articolo 10 – Esclusione del diritto di recesso

Articolo 11 – Il prezzo

Articolo 12 – Compliance e garanzia aggiuntiva

Articolo 13 – Consegna e esecuzione

Articolo 14 – Operazioni di durata: durata, risoluzione e proroga

Articolo 15 – Pagamento

Articolo 16 – Reclami

Articolo 17 – Controversie

Articolo 18 – Disposizioni aggiuntive o derogatorie

 

Articolo 1 – Definizioni

Questi termini e condizioni includono:

Accordo aggiuntivo: un accordo con il quale il consumatore acquista prodotti, contenuti digitali e / o servizi in connessione con un accordo remoto e queste questioni, contenuti digitali e / o servizi sono forniti dall’imprenditore o da terzi sulla base di un accordo tra il terzo e l’imprenditore;
Periodo di preghiera: il termine in cui i consumatori possono utilizzare il loro diritto di recesso;
Consumatore: la persona fisica che non si occupa di scopi legati alla sua attività commerciale, commerciale, artigianale o professionale;
Giorno: giorno del calendario;
Contenuto digitale: dati prodotti e consegnati in forma digitale;
Durata del contratto: un accordo che prevede la consegna regolare di attività commerciali, servizi e / o contenuti digitali per un determinato periodo di tempo;
Supporto dati sostenibile: qualsiasi strumento – incluso l’email – che consente al consumatore o all’imprenditore di memorizzare le informazioni che gli sono personalizzate in modo da consentire una futura consultazione o un utilizzo per un determinato periodo di tempo per cui sono destinate le informazioni e che consentono la riproduzione non modificata delle informazioni memorizzate;
Diritto di recesso: la capacità del consumatore di astenersi dall’accordo di distanza entro il periodo concepibile;
Imprenditore: la persona fisica o giuridica che offre prodotti, accesso (a) a contenuti digitali e / o servizi remoti ai consumatori;
Accordo remoto: un accordo concluso tra l’imprenditore e il consumatore nel contesto di un sistema di marketing remoto organizzato, di contenuti digitali e / o servizi, rendendo esclusiva o co-utilizzata fino alla conclusione dell’accordo. diventa una o più tecniche di comunicazione remota;
Modello di modello per revocazione: Modello europeo di modifica per la revoca di cui all’allegato I di questi termini e condizioni;
Tecnologia di comunicazione remota: significa che può essere utilizzato per concludere un accordo senza la necessità che il consumatore e l’imprenditore siano nello stesso ambiente contemporaneamente.

 

Articolo 2 – Identità dell’imprenditore

Kenneth Toshakkoemar Ramsahai (nome statutario, eventualmente integrato con denominazione commerciale);

Kooikerstraat 12 5042 XC Tilburg;

Telefono: +31 (0) 13 879 5007 da 09: 00-17: 00 lunedì a venerdì

Indirizzo e-mail: info@keraseeds.com

Camera di Commercio: 54123275

Numero di identificazione IVA: 8511 74 966 B01

 

Se l’attività dell’imprenditore è subordinata ad un relativo sistema di licenze: il

dati sull’autorità di vigilanza.

 

Se l’imprenditore esercita una professione regolamentata:

l’associazione professionale o l’organizzazione in cui è affiliata;
il titolo di lavoro, il posto nell’UE o lo Spazio economico europeo in cui è stato concesso;
un riferimento alle regole professionali applicabili nei Paesi Bassi e indicazioni su dove e come queste regole professionali siano accessibili.

Articolo 3 – Applicabilità

Questi termini e condizioni si applicano a qualsiasi offerta dell’imprenditore e ad ogni accordo stabilito tra l’imprenditore e il consumatore.
Prima di concludere l’accordo remoto, il testo di questi termini e condizioni sarà messo a disposizione del consumatore. Se ciò non è ragionevolmente possibile, l’imprenditore, prima che il contratto sia concluso in remoto, indichi il modo in cui i termini e le condizioni dell’imprenditore sono identificati e che sono inviati gratuitamente su richiesta del consumatore il più presto possibile.
Se l’accordo remoto è concluso in forma elettronica, in deroga al paragrafo precedente e prima della conclusione del contratto di distanza, il testo di tali termini e condizioni può essere messo a disposizione del consumatore elettronicamente in modo che il consumatore Un modo semplice può essere memorizzato su un supporto dati durevole. Se ciò è ragionevolmente impossibile, prima della conclusione del contratto di distanza, i termini dei termini e delle condizioni generali verranno comunicati elettronicamente e saranno inviati gratuitamente dal consumatore elettronicamente o altrimenti.
Nel caso in cui, oltre a questi termini e condizioni generali, si applicano termini specifici di prodotto o servizio, il secondo e il terzo paragrafo si applicano mutatis mutandis e, in caso di termini contraddittori, il consumatore può sempre contare sulla disposizione applicabile che gli è più favorevole .
Articolo 4 – L’offerta

Se un’offerta ha un periodo di validità limitata o è soggetta a condizioni, questo è espressamente indicato nell’offerta.
L’offerta contiene una descrizione completa e accurata dei prodotti, dei contenuti digitali e / o dei servizi offerti. La descrizione è sufficientemente dettagliata per consentire una buona valutazione dell’offerta da parte del consumatore. Se l’imprenditore utilizza immagini, è una vera rappresentazione fedele dei prodotti, dei servizi e / o dei contenuti digitali offerti. Gli errori apparenti o gli errori manifesti nell’offerta non legano l’imprenditore.
Ogni offerta contiene tali informazioni che è chiaro al consumatore quali diritti e obblighi sono allegati all’accettazione dell’offerta.
Articolo 5 – L’accordo

L’accordo è concluso, fatto salvo il disposto del paragrafo 4, al momento dell’accettazione da parte del consumatore dell’offerta e del rispetto delle condizioni allegate.
Se il consumatore ha accettato l’offerta per via elettronica, l’imprenditore conferma immediatamente la ricevuta dell’accettazione dell’offerta per via elettronica. Finché l’accettazione di questa accettazione non è confermata dall’imprenditore, il consumatore può terminare l’accordo.
Se l’accordo viene stabilito elettronicamente, l’imprenditore trova adeguate misure tecniche e organizzative per garantire il trasferimento elettronico dei dati e garantisce un ambiente web sicuro. Se il consumatore può pagare elettronicamente, l’imprenditore osserverà le misure di sicurezza appropriate.
L’imprenditore può, nell’ambito dei contesti giuridici, informare se il consumatore è in grado di soddisfare i suoi obblighi di pagamento, nonché tutti i fatti e fattori rilevanti per la responsabilità dell’accordo remoto. Se, sulla base di questa indagine, l’imprenditore ha buoni motivi per non aver stipulato l’accordo, ha il diritto di rifiutare un ordine o di una domanda o di imporre condizioni particolari all’esecuzione.
L’imprenditore trasmette le seguenti informazioni, per iscritto o in modo da essere accessibili dal consumatore in modo accessibile a un portatore di dati sostenibile, al più tardi alla consegna del prodotto, del servizio o del contenuto digitale al consumatore:
L’indirizzo di visita dell’ubicazione dell’imprenditore in cui il consumatore ha diritto alle denunce;
le condizioni in base alle quali e il modo in cui il consumatore può utilizzare il diritto di recesso o una chiara notifica dell’esclusione del diritto di recesso;
le informazioni sulle garanzie e sul servizio post-acquisto esistente;
il prezzo che include tutte le tasse sul prodotto, sul servizio o sul contenuto digitale; se del caso, il costo della consegna; e il modo di pagamento, consegna o esecuzione del contratto remoto;
Le condizioni per la cessazione dell’accordo se l’accordo dura più di un anno o una durata indefinita è;
Se il consumatore ha il diritto di recesso, il modulo modello per la revoca.
In caso di transazione scoperta, la disposizione del paragrafo precedente si applica solo alla prima consegna.

Articolo 6 – Diritto di recesso

Per i prodotti:

Il consumatore può sciogliere un contratto con un acquisto di un prodotto per un periodo di almeno 14 giorni senza motivazioni. L’imprenditore può chiedere al consumatore la motivazione della revoca, ma non li obbliga a indicarne le ragioni.
Il termine di cui al paragrafo 1 avrà inizio il giorno successivo al momento in cui il consumatore o un terzo designato dal consumatore che non sia il vettore ha ricevuto il prodotto o:
se il consumatore ha ordinato più prodotti nello stesso ordine: il giorno in cui il consumatore o un terzo designato da lui hanno ricevuto l’ultimo prodotto. L’imprenditore, se ha informato chiaramente il consumatore in anticipo del processo di ordinazione, rifiuta un ordine di più prodotti con un diverso termine di consegna.
se la consegna di un prodotto consiste in diverse partite o spedizioni: la data in cui il consumatore o un terzo designato da lui hanno ricevuto l’ultima spedizione o l’ultimo oggetto;
per la consegna regolare di prodotti per un determinato periodo: la data in cui il consumatore, o un terzo designato da lui, ha ricevuto il primo prodotto.
Per servizi e contenuti digitali non forniti su un supporto materiale:

Il consumatore può sciogliere un contratto di servizio e un contratto di consegna non materiale per un minimo di 14 giorni senza motivazioni. L’imprenditore può chiedere al consumatore la motivazione della revoca, ma non li obbliga a indicarne le ragioni.
Il termine di cui al paragrafo 3 entra in vigore il giorno successivo alla conclusione dell’accordo.
Tempo di progettazione esteso per prodotti, servizi e contenuti digitali non forniti su un vettore materiale mediante non divulgazione dei diritti di recesso:

Se l’imprenditore non ha fornito al consumatore informazioni legali sul diritto di recesso o sul modello di revoca, il termine di rifiuto scade dodici mesi dopo la fine del periodo di corrispettivo originario determinato in conformità ai precedenti paragrafi del presente articolo.
Se l’imprenditore ha fornito al consumatore le informazioni di cui al paragrafo precedente entro dodici mesi dalla data di inizio del periodo di conservazione originale, il termine di preavviso scade 14 giorni dopo la data in cui il consumatore ha ricevuto tali informazioni.
Articolo 7 – Obblighi del consumatore durante il periodo di valutazione

Durante il sonno, il consumatore maneggerà attentamente il prodotto e l’imballaggio. Sarà estratto o utilizzato il prodotto solo nella misura necessaria per determinare la natura, le caratteristiche e il funzionamento del prodotto. Il punto di partenza è che il consumatore può gestire e controllare il prodotto come dovrebbe fare in un negozio.
Il consumatore è esclusivamente responsabile dell’inadempimento del prodotto derivante da un modo di trattare il prodotto al di là di quanto consentito nel paragrafo 1.
Il consumatore non è responsabile per il danneggiamento del prodotto se l’imprenditore non gli ha fornito tutte le informazioni obbligatorie legali sul diritto di recesso prima o dopo la conclusione dell’accordo.
Articolo 8 – Esercizio del diritto di recesso da parte del consumatore e relativi costi

Se il consumatore si avvalga del suo diritto di recesso, lo comunicherà entro il mandato con la forma del modello per la revoca o in altro modo inequivocabile all’imprenditore.
Non appena possibile, ma entro 14 giorni dal giorno successivo alla notifica di cui al paragrafo 1, il consumatore invia il prodotto o lo trasmette (rappresentante autorizzato) dell’imprenditore. Questo non deve essere preso se l’imprenditore ha offerto il prodotto stesso. In ogni caso, il consumatore ha rispettato il periodo di ritorno al momento della restituzione del prodotto prima della scadenza del tempo.
Il consumatore restituirà il prodotto con tutti gli accessori consegnati, se ragionevolmente possibile in condizioni originali e imballaggio, e in conformità alle istruzioni ragionevoli e chiare fornite dall’imprenditore.
Il rischio e l’onere della prova per l’esercizio giusto e tempestivo del diritto di recesso sono al consumatore.
Il consumatore trasporta il costo diretto di restituzione del prodotto. Se l’imprenditore non ha riportato che il consumatore deve sopportare questi costi o se l’imprenditore decide di sopportare i costi stesso, il consumatore non deve sopportare il costo del ritorno.

Se il consumatore ripete dopo aver chiesto esplicitamente che il consumatore sia l’imprenditore che opera il servizio o l’approvvigionamento di gas, acqua o elettricità non pronti per la vendita in un volume o quantità limitati, durante il periodo di valutazione importo dovuto che è proporzionale a quella parte dell’impegno dell’impresa da parte dell’imprenditore al momento della revoca rispetto al pieno rispetto dell’impegno.
Il consumatore non deve sostenere costi per la prestazione di servizi o per l’approvvigionamento di acqua, gas o elettricità che non siano pronti per la vendita in quantità o quantità limitate o per la fornitura di teleriscaldamento se:
l’imprenditore non ha fornito al consumatore informazioni legali sul diritto di recesso, sul rimborso dei costi o sul modello di revoca, o;
il consumatore non ha espressamente richiesto l’avvio del servizio o del servizio o del servizio di gas, acqua, elettricità o teleriscaldamento durante il periodo di valutazione.
Il consumatore non è responsabile della fornitura totale o parziale di contenuti digitali non materiali, a condizione che:
Prima della consegna, non ha espressamente accettato di avviare il rispetto dell’accordo prima della fine del periodo di contemplazione;
non ha riconosciuto di perdere il suo diritto di recesso nel rilasciare il suo consenso; o
L’imprenditore non ha confermato questa dichiarazione dei consumatori.
Se il consumatore si avvale del suo diritto di recesso, tutti gli accordi aggiuntivi vengono interrotti per legge.
Articolo 9 – Obblighi dell’imprenditore al momento della revoca

Se il venditore effettua la comunicazione in forma elettronica, il venditore invierà una ricevuta di ricevuta immediatamente dopo la ricezione della presente notifica.
L’imprenditore rimborserà tutti i pagamenti del consumatore, compresi i costi di consegna sostenuti dall’imprenditore per il prodotto restituito, senza indugio, ma entro 14 giorni dalla data in cui il consumatore lo notifica del ritiro. A meno che l’imprenditore non offre il prodotto stesso, può aspettare il rimborso fino a quando non abbia ricevuto il prodotto o dimostra al consumatore di aver restituito il prodotto, a seconda di quale sia il momento precedente.
L’imprenditore utilizza gli stessi mezzi di pagamento utilizzati dal consumatore per il rimborso, a meno che il consumatore non abbia un altro metodo. Il rimborso è gratuito per il consumatore.
Se il consumatore ha scelto un metodo di consegna più costoso rispetto alla consegna standard più economica, l’imprenditore non deve rimborsare il costo aggiuntivo per il metodo più costoso.
Articolo 10 – Esclusione del diritto di recesso

L’operatore può escludere i seguenti prodotti e servizi dal diritto di recesso, ma solo se l’imprenditore chiaramente nell’offerta, almeno in tempo per la conclusione dell’accordo ha dichiarato:

Articolo 12 – Accordo di conformità e garanzia aggiuntiva

L’azienda garantisce che i prodotti e / o servizi soddisfano le specifiche del contratto indicate nell’offerta, i ragionevoli requisiti di affidabilità e / o usabilità e alla data di conclusione del contratto di disposizioni di legge esistenti e / o regolamenti governativi. Se concordato, l’imprenditore assicura anche che il prodotto sia adatto ad un uso diverso da quello normale.
Dal commerciante, il suo fornitore, fabbricante o l’importatore garanzia estesa limitati diritti legali mai e sostiene che i consumatori possono fare in base al contratto nei confronti del professionista valido in cui il commerciante non ha adempiuto parte dell’accordo la sua.
Sotto ulteriore garanzia: qualsiasi impegno di un professionista, il suo fornitore, importatore o produttore che attesti che determinati diritti o pretese di sovvenzioni al consumo oltre il quale è richiesto dalla legge nel caso in cui non è riuscito a realizzare il suo parte dell’accordo .
Articolo 13 – Consegna e esecuzione

L’imprenditore prenderà la massima cura quando riceve e realizza ordini di prodotti e valuta applicazioni di servizi.
Il luogo di consegna è l’indirizzo che il consumatore ha comunicato all’imprenditore.
Fatto salvo quanto previsto all’articolo 4 di questi termini e condizioni, la società sarà accettato gli ordini rapidamente, ma non oltre 30 giorni, a meno che non sia concordato un termine di consegna diversa. Se la consegna è in ritardo o se un ordine non può essere eseguito o solo parzialmente, il consumatore riceverà un messaggio entro 30 giorni dall’invio dell’ordine. In tal caso, il consumatore ha il diritto di sciogliere l’accordo senza alcun costo e il diritto a qualsiasi risarcimento.
Dopo la dissoluzione in conformità al paragrafo precedente, l’imprenditore rimborserà l’importo versato dal consumatore senza indugio.
Il rischio di danneggiamento e / o perdita di prodotti risiede all’imprenditore fino al momento della consegna al consumatore o un rappresentante pre-designato, comunicato all’imprenditore, salvo diversamente espressamente concordato.
Articolo 14 – Operazioni di durata: durata, risoluzione e proroga

terminazione:

Il consumatore può contratto a tempo indeterminato, che si estende fino alla consegna regolare di prodotti (tra cui energia elettrica) o servizi, in qualsiasi momento, denunciare le regole di terminazione applicabili e un preavviso fino a un mese.
Il consumatore può contratto concluso a tempo determinato e che si estende fino alla consegna regolare di prodotti (tra cui energia elettrica) o servizi, in qualsiasi momento, alla fine del lavoro a tempo determinato, nel rispetto delle regole di risoluzione consensuale e un avviso di più alto un mese.
Il consumatore può concordare gli accordi di cui ai paragrafi precedenti:
terminare in qualsiasi momento e non essere limitato alla risoluzione in un determinato momento o in un determinato periodo;
almeno terminare nello stesso modo in cui sono stati stipulati da lui;
sempre terminare con lo stesso periodo di preavviso che l’imprenditore ha intrapreso per se stesso.

estensione:

Un accordo a tempo determinato che prevede la consegna prevista di prodotti (inclusi elettricità) o servizi non può essere tacitamente rinnovato o rinnovato per un certo periodo di tempo.
In deroga al paragrafo precedente, un accordo a tempo determinato che prevede la consegna regolare di giornali quotidiani e giornali e riviste settimanali può essere tacitamente esteso per un periodo fino a tre mesi se il consumatore accetta questo accordo esteso terminare la fine del rinnovo con un periodo di preavviso di non oltre un mese.
Un accordo concluso per un periodo limitato di tempo, che prevede la consegna regolare di prodotti o servizi può essere esteso solo per un periodo di tempo indefinito se il consumatore può terminare in qualsiasi momento con un periodo di preavviso di non oltre un mese. Il periodo di preavviso non è superiore a tre mesi nel caso in cui l’accordo sia organizzato ma meno di una volta al mese, consegna quotidiani, notiziari e giornali e riviste settimanali.
Un contratto di durata limitata fino alla consegna prevista di quotidiani, notiziari e giornali e riviste settimanali (abbonamento di prova o conoscenza) non è tacitamente continuato e termina automaticamente dopo il periodo di prova o acquisizione.
durata:

Se un contratto ha una durata superiore a un anno, dopo un anno, il consumatore può terminare l’accordo in qualsiasi momento con un periodo di preavviso di non più di un mese a meno che la ragionevolezza e l’equità non risolva la risoluzione prima della fine della durata concordata.
Articolo 15 – Pagamento

Salvo diversamente specificato nell’accordo o in termini aggiuntivi, gli importi dovuti dal consumatore devono essere pagati entro 14 giorni dall’inizio del periodo di attività o in assenza di un avviso entro 14 giorni dalla conclusione dell’accordo. Nel caso di un accordo per la fornitura di un servizio, questo termine avrà inizio il giorno dopo che il consumatore ha ricevuto la conferma dell’accordo.
Quando si vendono prodotti ai consumatori, il consumatore non può mai essere tenuto a pagare oltre il 50% in termini di condizioni e condizioni. Quando viene effettuato il pagamento anticipato, il consumatore non può fare alcun diritto in relazione all’esecuzione dell’ordine o dei servizi pertinenti prima che il pagamento anticipato sia avvenuto.
Il consumatore ha il dovere di comunicare immediatamente all’imprenditore eventuali inesattezze nelle informazioni di pagamento fornite o riportate.
Se il consumatore non riesce a rispettare i propri obblighi di pagamento in tempo utile, dopo aver ricevuto dal venditore il pagamento del ritardo e il venditore ha dato al consumatore un termine di 14 giorni per soddisfare i suoi obblighi di pagamento, In mancanza di pagamento entro questo termine di 14 giorni, l’importo dovuto è dovuto all’interesse legale e l’imprenditore ha il diritto di addebitare le spese extragiudiziali di riscossione da lui sostenute. La tassa di riscossione è pari ad un massimo del 15% per importi in € 2.500, =; 10% per il prossimo € 2.500, = e il 5% per il prossimo € 5.000, = con un minimo di € 40, =. L’imprenditore può deviare dagli importi e dalle percentuali a beneficio del consumatore.
Articolo 16 – Reclami

L’imprenditore ha una ben nota procedura di reclami e si occupa della denuncia in conformità a questa procedura di reclamo.
Le denunce circa l’esecuzione dell’accordo devono essere presentate pienamente e chiaramente all’imprenditore entro un termine ragionevole dopo che il consumatore ha individuato i difetti.
I reclami presentati all’imprenditore saranno risposti entro 14 giorni dalla data di ricevimento. Se una denuncia richiede un tempo di lavorazione più lungo e prevedibile, l’imprenditore risponderà entro 14 giorni con un avviso di ricevimento e un’indicazione quando il consumatore può aspettarsi una risposta più completa.
Se una denuncia non può essere risolta entro un termine ragionevole o entro 3 mesi dalla presentazione della denuncia, si presenta una controversia suscettibile di soluzione della controversia.
Articolo 17 – Controversie

I contratti tra imprenditore e consumatore contemplati da questi termini e condizioni sono disciplinati dalla legge olandese.
Articolo 18 – Disposizioni aggiuntive o derogatorie

Ulteriori o diverse disposizioni da questi termini e condizioni potrebbero non essere di interesse del consumatore e devono essere scritte per iscritto o in modo tale che possano essere immagazzinate dal consumatore in modo accessibile su un vettore sostenibile.

Allegato I: Modello modello per revocazione

Modello modello per revocazione

(Compilare questo modulo solo e restituirlo quando desideri revocare l’accordo)

A: [Nome dell’imprenditore]
[Imprenditore indirizzo geografico]

[imprenditore numero fax, se disponibile]

[Indirizzo e-mail o indirizzo e-mail di un imprenditore]

 

Condividi / condividi * tu acconsenti che noi / noi * il nostro accordo su
La vendita dei seguenti prodotti: [Descrizione del prodotto] *

la consegna dei seguenti contenuti digitali: [indicazione dei contenuti digitali] *

l’operazione del seguente servizio: [indicazione del servizio] *,

ripete / revocato *

Ordinato su * / Ricevuto in * [Data dell’ordine per servizi o ricevuta per i prodotti]
[Nome del consumatore]
[Indirizzo del consumatore]
[Firma dei consumatori] (Solo quando questo modulo viene presentato sulla carta)
* Eliminare ciò che non si applica o completare ciò che è applicabile